India per Galline

 

(…) Abbiamo mangiato per tutto il tempo riso e verdure, ma tante verdure diverse tra loro e pure frutta, come l’ananas stufata con il cocco. Buonissima. Abbiamo mangiato bene, anche perché non è una cucina senza grassi come si pensa, almeno come io pensavo, il ghee (burro chiarificato) lo usano e lo usano tanto, insieme ad olii vegetali non ben identificati, ho capito che usano l’olio di sesamo come noi usiamo quello d’oliva, quindi è considerato prezioso. Ho scoperto che la curcuma non è una spezia inventata dal marketing (in realtà non è una spezia perché è una radice), davvero la usano per cucinare qualsiasi cosa e secondo la medicina ayurvedica (e non solo) è un antinfiammatorio naturale. Mezzo cucchiaino di curcuma equivale a una aspirinetta, quindi previene l’infarto e pure qualche tumore ma a differenza dell’aspirina non ha effetti collaterali. Ho scoperto che usano davvero tanto il cumino e che anche il cumino contiene tanto acido salicilico (la solita aspirina), è la spezia che ne contiene di più in assoluto. Ma anche il cardamomo, i chiodi di garofano, la cannella sono antiossidanti, la cannella è anche un naturale antisettico. Nella cucina ayurvedica ogni spezia, ogni ingrediente è un farmaco naturale. Come doveva essere nella nostra cucina tradizionale direte, eh sì, lo penso pure io, solo che ormai la disponibilità di cibo giorno e notte e in tutte le stagioni e varietà ha del tutto vanificato i benefici della dieta mediterranea, che pure fino a 100 anni fa, proteggeva da alcune malattie. Se ci pensate, almeno in Puglia dove ci si nutriva prevalentemente di fave e verdure (piatto vegano non triste, uno dei pochi), di pesce azzurro e saltuariamente di carne, saltuariamente di pasta e comunque sempre integrale, la salute la preservavi, eccome. Il formaggio era nella disponibilità solo di chi produceva latte, ma non esisteva la pastorizzazione quindi se ne produceva e consumava poco. Verdura e legumi erano i cibi base della dieta dei pugliesi fino a cento anni fa, poi è cambiato tutto.

Anche in India naturalmente e per fortuna c’è più disponibilità di cibo e sono aumentate le malattie ma, almeno in Kerala, c’è un legame con la cucina tradizionale e deduco anche con la cucina utilizzata come dispensa naturale di farmaci. E’ difficile capire quale regime alimentare protegga davvero e forse un po’ di fatalismo non farebbe male. (…)

India per galline

(…)Il primo giorno abbiamo fatto una gita a Mysore e attraversato un parco nazionale, la strada che attraverso il parco di sera è interdetta. Nel parco ci sono tigri, elefanti, cervi, scimmie e il nostro autista ha giurato di aver visto una tigre, io non l’ho vista e poi non è che posso impressionarmi per una tigre, venendo dalla città del zoosafari. Però ho visto una famiglia di elefanti, dal finestrino, proprio come allo zoosafari. Sempre su quella strada all’interno del parco, c’è una specie di frontiera, perché Mysore è un altro stato. E’ sempre India certo, ma l’India è una federazioni di regioni-stato. A Mysore abbiamo visitato il palazzo reale e fatto il primo bagno di folla, ma non era così caldo inferno come mi avevano detto, il palazzo reale era bello forse, ma la cosa che mi incantava di più era guardare le famiglie di indiani che visitavano il palazzo, guardare le loro facce, i loro vestiti, poi, dopo aver ritirato le scarpe, perché naturalmente tutta la visita avviene a piedi nudi, siamo state invitate a comprare cetrioli, ghirlande di fiori, bracciali.

Quel giorno abbiamo visitato pure un tempio in cui prima di entrare (o dopo non l’ho capito) puoi interrogare il cocco e stabilire come andranno le cose, l’oracolo del cocco insomma. Tu prendi un cocco e lo rompi in una zona adibita alla rottura del cocchi, fa ridere ma è così, e poi osservi. C’era tanta gente che rompeva il cocco e poi andava via. No, io non ho rotto il cocco, certe domande secondo me è meglio non farle, perché poi devi tenerti le risposte. Qualsiasi esse siano e se invece non ci credi, molto meglio non farle e se anche non ci credi e l’esito è negativo, il tarlo ti resta, nel dubbio, astenersi. (…)

India per Galline

(…)

Quando mi sono alzata era ora di colazione per me e ora di pranzo lì, ho mangiato un dolce con le ciliegie e uno al cocco, bevendo un caffè lungo e leggero, come piace a me. Roy, la persona che si è occupata di noi per tutto il tempo, mi ha chiesto se andava bene anche per me la colazione salata come per le mie amiche, ho risposto di sì perché il programma “riprogrammo susi”, prevede anche di fare la cosa giusta, ma ho detto sì a malincuore  e dicendo nella mia mente addio a quel delizioso dolcetto alla ciliegia,  hai voluto la bicicletta, cara…

Quindi ho cercato di capire dove mi trovavo, ma ancora dovevo realizzare chi ero, ho visto davanti a me alberi di cocco, tanti, un laghetto più in là, ma quello che più di tutto ha attirato la mia attenzione è stato il suono, sembrava che qualcuno avesse messo uno di quei cd new age con i suoni della natura, uccelli mai sentiti, acqua, insetti che sfregavano zampette per dimostrare che le cicale fanno tanto mediterraneo, ma pure nella giungla ci si diverte.

(…)

India per Galline

(…)

Insieme ai bambini c’erano molte donne in attesa, del resto se eravamo le uniche tre viaggiatrici non accompagnate dagli uomini (e comunque in tutto eravamo cinque donne sul volo), avevamo viaggiato con un carico di uomini che venivano dagli emirati arabi per lavoro, suppongo. A fare che? Perché tanti uomini dagli Emirati Arabi al Kerala? Cosa fanno gli indiani negli Emirati? Avrei voluto ragionare di queste cose tra me e me e pure tra me e l’autista che ci accompagnava, tra me e le mie amiche, ma ogni volta che cercavo di raddrizzare il collo, si piegava dall’altra parte e cascavo in un sonno breve e denso, in India si guida a sinistra e si rischia la vita in media una volta a km, io venivo svegliata dai fari delle auto, moto, autobus che chissà come, non centravano la nostra auto come un birillo. Sulla strada, piccola, a una carreggiata, si incontravano anche quelli che si recavano alla moschea per la preghiera del mattino, la voce del muezzin si sentiva per km, erano soprattutto uomini, anzi direi erano solo uomini, ragazzi, bambini, ma maschi.

Intanto diventava giorno e io tra un colpo di clacson e l’altro mi svegliavo mentre i miei occhi erano sempre più disposti a non guardare il pericolo purché in cambio avessero il meritato riposo. Ma per fare 100 km in India ci vogliono mediamente 3 ore, forse meno, ma non tanto meno. Ho cercato di familiarizzare con il luogo, con la natura che mi sembrava anche al buio così rigogliosa, così tu tarzan e io jane, ma poi gli occhi si chiudevano. Così quando a giorno inoltrato siamo arrivate, credo di aver guardato la mia stanza con una parte dell’occhio, mentre con l’altra ero già sotto la doccia e poi a letto dove l’altro occhio dormiva. (…)

India per Galline

All’aeroporto di Abu Dhabi siamo stati smistati in direzione dell’India con mezzi diversi. Gli uomini sono stati accompagnati all’aereo diretto a Kozikhode pressati in un solo autobus, mentre fuori c’erano 45 gradi e probabilmente l’aria condizionata non era sufficiente a ristorare l’ambiente. Mentre le donne e le famiglie venivano accompagnate all’aereo in un altro autobus, molto bello e comodo, con al fondo un simil parquet, in tutto eravamo, forse, 8. Con un grande mezzo pulito e profumato a disposizione. Ho pensato in quel momento che essere una donna in un paese arabo non deve essere poi orribile come dicono e che avrei voluto arrivare in India su quel mezzo. Si viaggiava comode e al fresco, come in Business Class. Ma arrivate sull’aereo è cambiato tutto, gli uomini erano tanti e puzzavano già, due di loro hanno litigato perché avevano lo stesso numero di sedia sulla carta d’imbarco. Anzi uno di loro ha litigato, perché era ubriaco. Ho visto le hostess davvero mortificate e preoccupate. Le divise delle hostess di Ethiad sono deliziose, marroni e viola, con giacche strizzate in vita e guanti che si allargano prima dei gomiti. E poi sono giovani e belle le hostess dell’Ethiad, rappresentano il loro paese, esattamente come l’Alitalia rappresenta il nostro, le hostess non sono giovani e sono pure antipatiche e brutte. E sì, questo potrebbe sembrare un argomento sessista, se non fosse che anche gli steward sono brutti e vecchi.
Il volo durava circa 5 ore e secondo il mio bioritmo era già notte, ma ho dovuto sopportare le zaffate di curry dei pasti serviti prima e di gas corporei al curry, dopo. E quel freddo spesso, gelato che usciva dai bocchettoni come quando si apre un freezer in estate. La copertina in dotazione non bastava, non basta mai e non capisco ancora perché sugli aerei faccia così freddo. Vedevo sul monitor davanti a me il puntino che segnalava il volo sul mare arabo e pensavo ai titoli dei giornali in caso di disastro; tre turiste italiane coinvolte. Poi il titolo della Gazzetta del Mezzogiorno sarebbe stato: tre turiste baresi. E avrebbero sbagliato come al solito, perché io non sono barese. Con solo tre turiste occidentali scomparse in un disastro aereo tra gli Emirati arabi e l’India, non avremmo avuto molto spazio nei tg. Quindi era meglio che quel puntino che identificava la nostra posizione durante il volo procedesse fino a destinazione. Se devo morire in aereo, almeno che sia un disastro con i fiocchi e che se ne parli per qualche giorno.
Il bagno su quell’aereo è stato il primo contatto con l’India, ho dovuto fare lo slalom per scansare la pipì sul pavimento, non riuscendoci tra l’altro. Però gli uomini che erano in fila con me, mi hanno fatta passare davanti, l’ho trovato imbarazzante. E comunque ormai il bagno puzzava. Non ho chiuso occhio su quel volo, ho visto Notthing Hill senza sottotitoli, perché i dialoghi li conosco a memoria. Il giorno nuovo l’ho visto in Kerala, all’uscita del piccolo aeroporto ho guardato le facce delle persone in attesa, tanti bambini, l’India è piena di bambini, per un adulto ci sono almeno dieci bambini, a me il rapporto è sembrato così, bambini con gli occhi grandi e pieni di curiosità per noi. (…)

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dal 26 settembre al 3 ottobre.

Ariete
Preparatevi a un altro inverno del vostro scontento, la temperatura è ancora mite ma i motori si stanno riscaldando, insieme alle caldaie e alle mazzate che prenderete, ah se le prenderete, anche perché le meritate proprio.
Toro
Non indugiate ulteriormente nel prendere quella decisione, proprio quella decisione sta per prendere voi e vi travolgerà e sarà l’ennesima decisione sbagliata, ma non potete farci nulla, è scritto nelle stelle.
Gemelli
Bentornati alle vostre consuete occupazioni gemelli, non siete mancati a nessuno, questo già lo sapete e pure le vostre occupazioni senza di voi sarebbero molto meno occupate e pure a tratti meno preoccupanti. Del resto a preoccuparci già ci siete voi.
Cancro
Vi troviamo esattamente come vi abbiamo lasciato, lamentosi ed esauriti, l’unica differenza è che intorno a voi sono molti più esauriti di prima e non osano neppure lamentarsi, non c’è bisogno che vi spieghiamo il perché.
Leone
Finché l’abbronzatura ha retto avete conservato il vostro consueto finto buonumore sempre sul filo del pianto e del lamento, ora che non c’è più traccia né di abbronzatura, né di buonumore, potete dare la stura ai pianti e ai lamenti. E’ la vostra massima espressione.
Vergine
Anche il vostro compleanno quest’ anno vi ha colti insoddisfatti e pure un po’ tristi, nulla di nuovo, nessuno è in grado di soddisfare i vostri standard, l’unica vera novità è che finalmente, nessuno più ci prova neppure.
Bilancia
Non badate a chi vi dice che siete più belli di come vi ricordavano, più simpatici di come vi hanno lasciato, più gentili di come siete mai stati, è solo che per riprendere la quotidianità con la vostra frequentazione fanno ricorso all’alcool.
Scorpione
Mentre vi state concentrando per cercare l’equilibrio perso, mentre tutte le vostre energie sono impegnate nella soluzione e nel bilanciamento, tutta la precarietà dell’universo scorre intorno a voi. Non controllate nulla, per fortuna.
Sagittario
Se state cercando la maniera giusta per affrontare la nuova stagione, evitate le vecchie conoscenze, le vecchie abitudini e anche le vecchie nevrosi, se non ce la fate (e non ce la farete), incominciate col prendere una nuova buona abitudine: rinunciate a lagnarvi.
Capricorno
Solo a guardarvi si rischia di rovinarsi la settimana, datevi una mossa, smettete di aspettare l’ispirazione, non c’è l’ispirazione, è un’invenzione e poi che ispirazione mai aspettate? Nessuno da voi si aspetta nulla, cominciate da una doccia.
Aquario
L’oroscopo di questa settimana è dedicato a quella simpatica personcina che si è presa il fastidio di commentare il mio oroscopo solo per dire che Aquario si scrive con la c.
Allora tesoruccio, l’acquario dei pesci si scrive sempre con la c, il segno zodiacale si può scrivere anche senza la c. Tu, per dire, avrai di sicuro una settimana senza c. Solo tu, gli avranno una settimana da urlo.
Pesci
Anche se non lo sa nessuno, state cercando di mettere in pratica la lista infinita di buoni propositi che accompagna la ripresa. Continuate a sforzarvi, nessuno si aspetta nulla di buono da voi, potrebbe essere la settimana delle sorprese. Non ditemi che ci avete creduto.

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico oroscopo garantito e il più imitato. Settimana dal 30 maggio al 6 giugno 2016.

Ariete

Anche questa volta avete sbagliato il tiro, mancato la meta e siete rimasti indietro, il problema naturalmente non è in voi, naturalmente ci credete solo voi e forse neanche, cambiate registro, penna e anche classe, i primi della classe non piacciono a nessuno.

Toro

Neanche i prossimi giorni dipaneranno le nebbie della vostra mente, eppure il sole brilla sul vostro capino: ignorate il senso, ignorate la verità, ve la cantate e ve la suonate, ignoreranno anche voi e accadrà presto.

Gemelli

Neppure la giostra della vostra ultima settima potrà spiegare il senso di smottamento generato nel vostro cuore. Noi ci proviamo ad essere poetici per spiegare il vostro malumore, ma resta il fatto che siete di malumore e che a noi neppure interessa.

Cancro

Lo sappiamo che ce la mettete tutta e che nessuno capisce il vostro sgomento, lo sappiamo che nessuno ha a cuore il vostro benessere, lo sappiamo che il mondo fa schifo. Ora però prendete le goccine.

Leone

Concentratevi sul vostro sport preferito, lo shopping compulsivo e il riscaldamento della carta di credito, tenetevi lontano dalle cose che vi riguardano e che avrebbero bisogno della vostra attenzione. Tanto non ne combinate una buona.

Vergine

Avete fatto e disfatto le valigie, avete prenotato e disdetto il viaggio, ora vi siete decisi, avete stabilito la meta e pure la durata del soggiorno, intanto nessuno ha più voglia di dividere il viaggio con voi. E’ la storia della vostra vita, chissà come mai.

Bilancia

Abituatevi a nascondere la vostra faccia, il problema non è il vostro viso non freschissimo, avete tirato la corda a lungo e ora non siete più credibile; nessuno vi vuole, nessuno vi capisce, nessuno vi merita. Soprattutto nessuno potrà dirvi il contrario, non c’è più nessuno.

Scorpione

Volevate una buona ragione per impegnarvi in una impresa straordinaria: essere simpatici e gentili, in realtà non ne avete di buone ragione e poi l’impresa è disperata, è praticamente inutile darvi delle illusioni.

Sagittario

Non va come avevate previsto, vi sentite abbandonati nella tempesta, soli e vuoti come gusci, non è un’impressione, siete nell’occhio del ciclone della tempesta, ad essere precisi

Capricorno

Lasciate andare ogni previsione, evitate di soffermarvi su quello che non avete raggiunto, sulla pianificazione non riuscita, siete quello che siete, nessuno si aspetta da voi precisione e neanche affidabilità, anzi la verità è che da voi nessuno si aspetta niente.

Aquario

Anche questa settimana, le cose non sono andate come avevate previsto, fino a quando continuerete a ostinarvi nel pianificare dettagliatamente la vostra vita sarà così, non siete fatti per la precisione e a dirla tutta, non ne siete neppure capaci, lasciate perdere.

Pesci

State riflettendo sulle possibilità che la vostra vita vi riserva e vi ha riservato, poi passerete a riflettere sulle possibilità che vi darà la vostra vita, continuerete a riflettere e ancora a riflettere e anche questa settimana, non combinerete nulla.

Ostaggio del corriere di DHL

Ogni tanto lo faccio, compro scarpe online, lo so che alcuni acquisti sono oggetto di studio e che attengono alla compulsione, ma io ogni tanto lo faccio. Di solito online compro libri, qualche piccolo elettrodomestico, cose difficili da reperire, le scarpe raramente e quando lo faccio sbaglio, le scarpe bisogna provarle.

Ma le scarpe su di me hanno un effetto ipnotico, chi volesse corrompermi (ma non ho alcun potere, quindi perché dovrebbe?) potrebbe regalarmi scarpe, ma forse neppure regalarle, basterebbe la promessa. E’ una debolezza condivisa con milioni di donne, so anche questo.

Comunque ho comprato un sandalo che avevo già visto in una vetrina e che in quel momento mi era sembrato più intelligente non comprare, ma per le scelte intelligenti si nasce e io, modestamente, non lo nacqui.

Il sandalo ovviamente non andava bene e mentre nella vetrina mi era sembrato bello bellissimo, ai miei piedi mi è sembrato subito normale, normalissimo. Insomma, ho deciso di sostituirli, e questo è stato il secondo errore. Se sbagli e puoi restituire, restituisci e basta.

Ma veniamo a oggi,  intorno alle 12 ha citofonato il corriere e mi ha chiesto: “Signora lei deve restituire un pacco?” E io, balbettando: “Ma veramente sulla mail c’era scritto che avreste dovuto chiamarmi prima”. Terzo errore.

“No signora io non sono tenuto a chiamare nessuno”.

“Va bene, il pacco è qui bisogna solo chiuderlo”

“No signora io non posso aspettare”

Io, sempre balbettando ma già un po’ alterata: “Guardi che sulla mail c’era scritto che il corriere avrebbe dovuto guidarmi nell’imballaggio…”

“Senta signora, io posso tornare nel primo pomeriggio”, con un tono molto seccato.

“Scusi ma se lei è qui perché deve tornare nel primo pomeriggio?”

E questa è una cosa che ancora alle 19.00 non ho capito, è venuto a citofonare perché era sicuro di non trovarmi? Si trovava a passare, la mia voce lo ha subito indisposto? Mi conosce e mi odia?

Intanto il tempo passava e io lo pregavo di aspettarmi, che sarei scesa a portargli il pacco (mentre  sarebbe dovuto salire lui, ma comunque non ho avuto il coraggio di citare ancora l’inutile mail) lui, per tagliare corto mi ha detto:
“Senta signora, io ho da fare, guardi che lavoro con l’oncologico e ho consegne più importanti!”.

Allora ammetto di aver perso la testa per almeno due ragioni: è stato lui a citofonare a ad avere la sfortuna di trovarmi, doveva ritirare il pacco e fare il suo lavoro e se anche io passo la vita a comprare scarpe online, come si permetteva di giudicare il mio tempo meno importante di chi lo aspettava all’istituto oncologico? E soprattutto, lui come faceva a sapere che io le scarpe non le ho ordinate proprio durante un’attesa per una visita oncologica o magari durante una terapia? Insomma perché giudicarmi e come si permetteva?

Gli ho risposto: “E chi se ne frega”.

Il suo sotto testo era;  signora lei a quest’ora sta a casa, in questo condominio con un portiere h24, ma sa,  c’è gente che soffre e io lavoro e ho il mutuo da pagare.

Il mio sotto testo era: Cosa ne sa lei delle persone che comprano scarpe online?

Il risultato è stato che lui si è vendicato e non è passato neppure nel primo pomeriggio, non solo,  ha comunicato alla DHL un problema che non c’era, (ho chiamato il call center e l’ho saputo) visto che lui è venuto e io ero pure in casa, conclusione: giornata agli arresti domiciliari e forse, domani ritorna, quindi arresti domiciliari anche per domani.

E’ stata una catena di errori che si poteva evitare, il più grande è stato perdere la testa di fronte alla parola “oncologico” e non sospirare pietosa.

Signor Corriere, chiunque tu sia, sei un deficiente.

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico Oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dal 23 al 30 maggio 2016

 

Ariete

Non esagerate con le premesse, a un certo punto dovete arrivare al sodo e poi anche alla conclusione, non vi si può seguire e poi restare in perenne attesa, il vostro potenziale potrebbe rivelarsi una bufala, noi lo sappiamo e voi?

Toro

Tempi duri per i miti, tempi duri per i puri di cuori e tempi duri pure gli altri e comunque non illudetevi, non siete né miti, né puri di cuore, voi siete gli altri e se le cose non vanno come dovrebbero è perché non mettete in circolazione abbastanza cuore.

Gemelli

Mentre il sole torna a scaldare il vostro capino, non dimenticate che dovete ricaricare le vostre batterie non dimenticate che dovete rimpinguare il vostro cuore, espandere il vostro amore e pure il vostro conto in banca.

Cancro

Non importa la destinazione, ciò che conta è il viaggio, però nel vostro caso conta molto con chi lo fate il viaggio, vi lamentate sempre, nulla va bene ma gli unici che hanno fatto una scelta sbagliata, sono quelli che hanno scelto di viaggiare con voi.

Leone

Se la vostra vita è complicata, lo è solo perché non vi fermate mai a pensare a quanto la rendete difficile a tutti coloro che incrociate. Siete difficili da assecondare, da accontentare e pure da digerire.

Vergine

La pazienza è la virtù dei forti, ma voi rappresentate una eccezione alla regola aurea, siete fortemente impazienti e pure drammaticamente forti, non vi si batte, siete resistenti e tenaci, l’unica è abbattervi.

Bilancia

Se pure provaste a tagliare il traguardo, vi accorgereste che siete in forte ritardo, ritiratevi da questa gara, la resa può essere più onorevole di una meritata sconfitta. E poi a nessuno interessa la vostra perfomance.

Scorpione

State sfogliando il catalogo per scegliere le vostre vacanze, come sempre preferirete il mare, poi vi lamenterete che c’è troppa gente e poi che le vacanze passano troppo in fretta e che costano troppo. Fateci un regalo: restate a casa.

Sagittario

Mentiremmo se vi dicessimo che va tutto bene e già ci siete voi, così abili a negare la realtà, provate a pensare a quanto può essere complicato convincervi che le cose non vanno come vi sembrano, provate e aggiungetevi la noia di vedervi, come sempre, negare la realtà.

Capricorno

Non sarà un’avventuraaaaa, questo amore fatto solo di poesiaaaa, sono i versi di una famosa canzone di Battisti e non vi riguardano, la vostra storia sarà meno di un’avventura, meno di niente, del resto ci siete di mezzo voi che siete la metà di niente.

Aquario

Non preoccupatevi per l’estate imminente, il caldo non vi sfiorerà, non temete la noia dei pomeriggi estivi, non vi riguarderà, state allineandovi a una stagione in cui l’ultimo di vostri problemi e dei vostri drammi, sarà il clima. Siete pregati di non drammatizzare però, non è il caso.

Pesci

La quantità di luce di questi giorni dovrebbe essere sufficiente a ridarvi ottimismo per le prossime settimane, a mantenervi di buon umore e a chiarirvi le idee, va tutto bene. Ma proprio non ci sentite da quell’orecchio e noi siamo stufi di ripeterlo.

L’oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico Oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dal 16 al 23 maggio 2016

Ariete

Non provate neppure a pensare che state risalendo la china, svoltando la curva definitiva, mettere il passo giusto. La vostra vita è una maratona lunga, faticosa e anche un po’ mesta. Però è sempre meglio che star fermi. Faticherete e la meta potrebbe pure allontanarsi, pazienza è la parola d’ordine.

Toro

Per quanto ci proviate, non riuscite a trovare il bandolo della matassa. Siete brave persone, non fareste male a una mosca e neppure a una zanzara e allora com’è che le cose non vanno nel verso giusto? Non è difficile da capire. Le zanzare vanno allontanate e anche le mosche.

Gemelli

Non c’è pace per i miti. Ma non siete voi i miti, i miti sono quelli rimasti al vostro fianco e che anche questa settimana avranno la loro pena. Davvero non riuscite a rendervi felici da soli? Davvero pensate che qualcuno può farlo al posto vostro?

Cancro

Avete il magone, la malinconia sale e si espande, la nostalgia si è impossessata di voi e l’unica cosa che desiderate è un abbraccio caldo e confortevole. E però avete già sprecato le vostre innumerevoli occasioni, trovate la maniera di consolarvi da soli.

Leone

Non abbandonate i vostri propositi, lo sappiamo che è complicato mantenere la parola data, soprattutto per voi, lo sappiamo che è difficile essere all’altezza delle aspettative, ma le avete create voi. Smettete di lamentarmi e datevi un contegno, i vostri lamenti non commuovono nessuno.

Vergine

Vi aspettavate di più da questo maggio, vi spettavate di più da quest’anno e vi spettavate di più dalla vita in generale. Abbiamo una notizia per voi: anche noi ci aspettavamo di più da voi e proprio non vi si regge, voi, le contumelie e i lamenti.

Bilancia

Ancora una volta la giornata è cominciata male, ancora una volta le ragioni per cui è cominciata male sono serissime, non avete nulla da mettere. Noi comprendiamo, ma difronte a problemi complessi e a menti così raffinate come le vostre, gli oroscopi non possono nulla.

Scorpione

Forse è la volta buona che qualcuno prenderà le vostre parti e difenderà la vostra catena di forti ragioni, è da tanto che aspettate questo momento, allora godetevelo, a nessuno piace prendere le vostre parti, approfittate dell’ebrezza dell’alcol del vostro improvvisato ed effimero salvatore

Sagittario

Il sole bacia, notoriamente, i belli, sarà per questo che ne vedete poco di sole ultimamente, ma non angustiatevi, il sole non bacia voi ma neppure quelli che piacciono a voi e insomma si sa, mal comune è…mal comune.

Capricorno

Mentre tutto scorre per tutti, avrete la sensazione che gli attriti siano tutti per voi, che le contrarietà scansino tutti e si concentrino sui vostri passi, naturalmente penserete che è solo un’impressione e che l’universo non può avercela con voi, siete brave persone. Ne siete proprio sicuri?

Aquario

Anche questa primavera vi coglie sprovvisti di ombrello, pensateci, non è che una metafora della vostra vita, continuate a vivere come se ci fosse sempre il sole, ma il più delle volte, il sole è troppo caldo e dalla pioggia non riuscite mai proteggervi. E secondo voi che vuol dire? Fatevi delle domande, le risposte arriveranno.

Pesci

Proprio questa settimana avete deciso di rimescolare le carte, ripartire da capo e rimettere le cose nella giusta prospettiva, e soprattutto, smetterla di lamentarvi. Come al solito il tempismo non è roba per voi, questa è la settimana giusta per angustiarsi un po’, come piace a voi. Le buone ragioni non mancheranno.