L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico Oroscopo Garantito ( e il più imitato), settimana dal 29 febbraio al 7 marzo 2016

Ariete

Le realtà alternative vi hanno già annoiato, che ne dite dei mondi paralleli allora? Pensavate fossero la stessa cosa? Effettivamente è proprio così, ma non ve la spassate neppure nei mondi paralleli, questa settimana.

Toro

Invece di lamentarvi sempre di quanto sono avari quelli del bar di fronte perché non riuscite mai a sentire il sapore della maionese, concentratevi su quanto siete prodighi di consigli sulla avarizia altrui, magari imparate qualcosa.

Gemelli

Avevate grandi obiettivi questa settimana, provate a ricominciare e a fissarvene di nuovi, possibilmente cercate di abbassate il tiro, tanto non otterrete quello che davvero volete, tanto per cambiare.

Cancro

Se state cercando una soluzione alla noia forse siete sulla strada giusta, nessuno vi rallegrerà la vita ovviamente, ma le contrarietà saranno talmente tante e sarà talmente difficile districarvi nella quotidianità, che vi scorderete la noia.

Leone

Buone notizie per voi, finalmente avete finito di lamentarvi per nulla e vi apprestate a farlo perché, avete ragione, la vostra vita fa schifo, a voi non pensa nessuno e sì, nessuno vi ama.

Vergine

La settimana si aprirà piena di buoni propositi ma riuscite come al solito a rovinare tutto, non crucciatevi, in fondo ai vostri buoni propositi non aveva creduto nessuno e nessuno sarà deluso.

Bilancia

Non importa se siete intenti a organizzare una settimana da cui vi aspettate solo buone cose, non importa perché mentre vi accingete a pianificare, tutto è già alle spalle e nulla di quello che attendete, vi porterà qualcosa di buono.

Scorpione

State pensando di trovarvi un hobby, state cercando nuove passioni che vi accompagnino nella vita, qualcuno vi ha detto che avete grosse possibilità per trarne soddisfazione, ma in realtà voleva solo liberarsi di voi.

Sagittario.

Che ne dite di uscire in cerca di stimoli nuovi per affrontare meglio la settimana che arriva? Avete mai provato a guardarvi intorno e a scoprire con stupore che molte delle cose che vedete non le avevate mai notate? E’ una stupidaggine è vero, ma non c’è nulla di buono che vi attende, qualcosa dovevo pure inventare.

Capricorno

Avete ragione, siete stati trascurati, nessuno si è preoccupato di voi, al punto da farvi scomparire dagli oroscopi, ma ora è tempo di rimediare, ricomparirete negli oroscopi (con la promessa che scomparirete dai radar). Però non accade nulla di buono, neppure questa settimana.

Aquario

Vi sfugge il modo esatto il cui siete giunti proprio nel punto in cui vi trovate? Davvero volete sapere come avete fatto ad arrivare fin qui? Non sarebbe meglio lasciar perdere? Noi vi abbiamo avvisato, a trovare le ragioni ci rimette il vostro umore e pure il vostro amor proprio.

Pesci

Questi giorni non ve ne va bene una, lo sappiamo, quello che voi fingete di non sapere è che è sempre stato così, non è una congiuntura astrale avversa, avversi a voi stessi siete proprio voi stessi. Cercate di non obbligarci a sopportare la vostra presenza. Partite per un viaggio magari, a voi non farà bene, ma a noi sì.

Dove va la Nave di Teseo

Non occorre che dica la mia su Eco e sul suo funerale, ne sono consapevole, lo hanno fatto davvero tutti e tutti, ancora una volta (succede ogni volta che qualcuno di davvero importante o anche solo celebre ci lascia) hanno fatto finta di parlare di Eco per parlare di sé. Io sono tra coloro (tanti, evidentemente) che ha seguito il suo corso di semiotica a Bologna, sono tra coloro che non ne ha fatto un semidio, neppure da vivo, ma proprio perché un po’ l’ho conosciuto posso dire con assoluta certezza che è stato il professore più colto e capace e straordinario che uno studente universitario possa ambire ad avere. Teneva ‘na capa tanta. Non so esprimere meglio quello che sento quando penso a lui, era un’enciclopedia vivente, un gigante, un erudito, il più grande, di sicuro, l’ultimo. Era uno la cui cultura non avrei potuto uguagliare neppure in 10 vite, uno che mi faceva sentire piccola. Era anche un po’ trombone,  però. Era sì ironico, sì affabile, ma non ci teneva a mettere i suoi studenti a suo agio, si divertiva molto di più a bacchettarli. Pier Vittorio Tondelli descrisse in un racconto bellissimo il suo esame di semiotica con Eco, Tondelli prese 29 a quell’esame. Raramente dava di più, per aspirare al trenta e lode era meglio ripiegare sui suoi assistenti, la tecnica per avere il trenta e lode all’esame di semiotica era quella: scegliere un argomento per la relazione scritta e incrociare le dita. I suoi assistenti erano buonissimi, ti dicevano che andava benissimo, ti demolivano quello che avevi fatto con fatica e te la facevano rifare, se eri un bravo studente una volta, se no la rifacevi ancora e ancora, la semiotica non è facile. Poi non ho capito davvero mai se come dicevano i suoi detrattori non serve a distinguere un termosifone da un Van Gogh. Io che arrivavo dalla provincia profonda,  ho potuto grazie a lui avere il mio incontro con un intellettuale vero, di quelli che fino ad allora avevo letto sui libri. Gliene sono grata, come sono grata in parte al mio corso di studi, certo ha contribuito a riempire l’Italia di laureati in comunicazione, ma noi sappiamo che quegli studenti, di quegli anni, di quel dipartimento di comunicazione, erano tarati su un altro registro. Scusate la spocchia, ma so quel che dico.

Il funerale  non sono riuscita a seguirlo, dopo l’intervento di Elisabetta Sgarbi lo sconforto è stato troppo, lei che parlava della casa editrice che avevano fondato, lei che parlava del libro  di Eco che stava per uscire, lei che parlava di sé parlando di Eco, ma una cosa tra quelle che ha detto era vera; Eco non aveva bisogno di quella casa editrice dal nome orrendo. Allora, perché?  Ah sì, la libertà eccetera. So che in tanti anche sui social hanno commentato scandalizzati lo spot per la Nave di Teseo, io ho la mia opinione e cioè che Eco fosse d’accordo con lei, avevano concordato lo spot al suo funerale, il motivo continua tuttavia a sfuggirmi.

Sull’intervento di Furio Colombo ho cambiato canale, mai sopportato quel suo ditino sempre puntato, quel suo: Voi non saprete mai quello  che so io e non sarete mai quello che sono io. Anche Eco era un po’ così, solo che lui poteva permetterselo. Lunga vita alla casa editrice dal nome orrendo, alllora. A proposito, ma pubblicherà anche l’ineffabile Chiara Gamberale con la Nave di Teseo? E poi, l’ultima domanda e chiudo, com’è che tutti parlate male di di Volo e state zitti sulla Gamberale? Sono io che non la capisco? Perché può pure essere,  eh!

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dal 22 al 29 febbraio 2016)

Ariete

State ripiegando su sistemi di comprensione della realtà alternativi, vi state pian piano convincendo che non siete voi a sbagliare, che gli oroscopi mentono e che la vita fa schifo. Dovete mettere le cose in ordine; gli oroscopi fanno schifo, nella vita si sbaglia e su di voi,  mentite.

Toro

Non avete voglia di ricominciare una settimana di lavoro, avete ragione la noia è tanta e il divertimento è poco, pochissimo, ma sempre superiore a quello dei vostri colleghi, non dimenticatelo mai e cercate di essere meno molesti

Gemelli

Mentre voi siete impegnati a pianificare vacanze in luoghi ameni, avete dimenticato che intorno a voi si lavora e si lavora solo, così sodo che a breve se non tornate a concentrarvi il vostro lavorò sparirà in un soffio e a prenderlo sarà qualcuno che sa soffiarvelo.

Cancro

Con voi non è difficile azzeccare le previsioni, siete lamentosi, vi piace fare le vittime e vi considerate i numeri uno dell’universo. Infatti intorno a voi, guardatevi sopra e sotto, a destra e a sinistra, non c’è nessuno ad ammirarvi. Provate con lo specchio.

Leone

Non avete problemi reali, ma nel crearveli dal nulla siete bravi con un cane da tartufo. Smettetela di crearne anche agli altri però, non vi si regge più e non ci piacerebbe sapervi soli e raminghi.

Vergine

Ora che siete stati accontentati, ora che le cose vanno così male che peggio non potrebbero, ora che il vostro perfezionismo vi sta dimostrando che il perfetto fallimento che avete invocato è arrivato, sentitevi un poco meglio. Chi è causa del suo mal…

Bilancia

Non tornate sui vostri passi, questo è il consiglio che vi danno le stelle, non voltatevi, forse non sarete tramutati in una statua di sale ma di sicuro vi accorgereste che ad attendervi non c’è più nessuno.

Scorpione

Certo l’inverno è stato quel che è stato, certo l’inverno neppure è finito, certo la speranza che le cose migliorino non vi abbandona, ma è altrettanto certo che dovrebbe abbandonarvi.

Sagittario.

Vorremmo dirvi almeno per questo settimana che tutto si ricomporrà e che l’universo davvero si sta allineando verso il vostro centro, vorremmo dirvelo perché ci siete simpatici, il fatto è che non siete simpatici all’universo.

Aquario

La vita vi sorride? Ma davvero? Sicuro, sicuro, sicuro? E’ proprio della vostra vita che parliamo? Non sarà per caso un abbaglio e che in realtà vi credete qualcuno che non siete? Non prendetevela con noi, sono gli astri che lo dicono.

Pesci

Siete proprio sulla strada giusta, avete messo in moto un ingranaggio perfetto, tutti i vostri sogni sono pronti per infrangersi sullo scoglio della vostra miopia, della vostra attitudine al peggio e della vostra insipienza.

101 desideri (l’infinito e oltre)

 

Non so se avete mai sentito parlare della tecnica dei 150 desideri, io mi ci sono imbattuta guardando il Dvd di Igor Sibaldi “Istruzioni sugli angeli”, ho poi scoperto che su youtube ci sono vari video sull’argomento e anche molti contenuti dedicati. I contenuti che ho trovato mi sono sembrati tutti un po’ seriosi, quindi vorrei aggiungere anche il mio contributo,  meno serio. Intanto io avevo incrociato Igor Sibaldi molti anni fa, avevo letto I Maestri Invisibili e mi era sembrato un po’ pirla, lo ammetto. L’ho dimenticato e sono andata avanti. Ovviamente non si legge un libro dal titolo I Maestri Invisibili se non te la stai passando male, diciamo che quello fu uno dei tanti titoli di quella che poi ho definito la mia piccola biblioteca della disperazione. Ma del libro di Igor Sibaldi non ricordo neppure un concetto, è rimasto lì, insieme a quella raccolta di libri che col tempo ho smesso di comprare e di leggere, i libri cosiddetti di auto-aiuto, col tempo mi sono pure vergognata di aver fatto simili letture. Poi è capitata un’altra tempesta, più forte, perché questo l’ho capito, se non sciogli i nodi attiri tempeste di gradi sempre più alti e a quel punto ho ricominciato a comprare libri da aggiungere alla mia piccola biblioteca della disperazione. E finalmente, forse, a rimettere le cose a posto. Di Sibaldi mi ero dimenticata fino a quando un mio amico (intelligente e razionale, per questo l’ho preso in considerazione) non mi ha inviato un video, questo e a quel punto ho cominciato a vedere tutti i contenuti che trovavo in rete, ho comprato anche, per l’appunto, Istruzioni sugli Angeli, ora su Sibaldi non ho sciolto del tutto la mia riserva, ma se devo attenermi alle cose che lui dice, può essere che le cose di cui mi parlava dieci anni fa, attraverso quel libro che abbandonai, non ero ancora pronta a recepirle, oppure lui è un pirla e io mi sto bevendo il cervello (cosa probabilissima), in ogni caso improvvisamente quello che dice mi sembra sensato e soprattutto non mi basta mai. Ho capito che più che uno studioso di teologia e di ebraismo,  è uno studioso di Caballah, non lo dice apertamente ma lo dice, nel senso che ne parla e dice che nessuno studioso di Caballah dice di esserlo, quindi io che sono una personcina semplice, ho dedotto che lo sia anche lui. So che se voglio continuare in questa ricerca ci sono biblioteche infinite da consultare e questo mi rassicura, perché quando mi appassiono (o mi fisso) per un argomento è come quando mi innamoro, non mi interessa altro, ma l’interesse per la conoscenza,  mi ha sempre resa più felice dell’amore. In ogni caso ho cominciato a leggere e a studiare l’angelologia e Sibaldi, credo, sia stato il mezzo, quindi pirla o no io lo ringrazio perché mi sta rendendo felice. Ma torniamo alla tecnica dei 150 desideri, Sibaldi suggerisce di raccogliere in un quaderno 150 desideri alla fine di sceglierne 101, perché il numero 101 (come le Mille e una notte), il numero grande e poi ancora uno, è come se ci approssimasse all’infinito, in ogni caso, alla fine i desideri devono essere 101 e devono essere compilati secondo alcune regole che cito a memoria: essere molto chiari (voglio guarire dalla gastrite, voglio una casa a Parigi…), chiedere solo per sé, evitare cioè di tirare in mezzo storie altrui, perché ciascuno ha la responsabilità di sé, evitare i desideri seriali (voglio una casa a Parigi, voglio una casa a Santorini), evitare i vezzeggiativi, non chiedere soldi, evitare negazioni, non chiedere storie d’amore con una persona in particolare. Forse mi è sfuggito qualcosa, non so, guardate il video se siete interessati,  in ogni caso io sono due giorni che ci penso e non sono ancora arrivata oltre al quindicesimo desiderio. Non l’avrei mai detto. Così la prima cosa che ho capito è che non voglio davvero tutto e quello che non ottengo e non ho ottenuto, probabilmente non ho mai osato chiederlo, ma questo non è un insegnamento difficile da cogliere, mi aspetto altre cose più importanti da questa tecnica, tra l’altro una volta raggiunto il numero 101, via via che i desideri si realizzano, occorre cancellare e aggiungerne altri,  restando sempre al numero 101, naturalmente mettendo in moto noi stessi per realizzare i nostri desideri, sembra una cosa semplice, ma non lo è. Non è semplice ad esempio capire davvero cosa si desidera. Provate.

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dal 15 al 22 febbraio 2016

Ariete

Come è andato il vostro S. Valentino? Non ne volete parlate? Sono feste inventate dal consumismo e voi siete gente evoluta? Abbiamo capito, niente sesso neppure a S. Valentino, l’amore poi, non pervenuto.

Toro

Mentre vi preparate per la nuova settimana, cercate di ricordate tutto quello che avete lasciato in sospeso la scorsa settimana, vi sentite sopraffatti? Vi manca il respiro? L’ansia si è impadronita di voi? Aspettate di cominciare la nuova settimana e vedrete. 

Gemelli

Nel caso vogliate interferire con la vita di chi amate, ricordatevi che nessuno può interferire con la vita di alcuno, nel caso vostro poi sarebbe anche un po’ inutile, non esistendo persone che vi amano. E anche col sesso non è che siate messi benissimo.

Cancro

Come al solito avete romanticamente aspettato la giornata di S.Valentino, la vostra voglia di romanticismo è stucchevole e speriamo che abbiate pure capito che non vi si fila nessuno, tanto. Davvero speravate di svoltare proprio questa settimana?

Leone

I vostri problemi da seri stanno diventando serissimi, continuate a fare finta di niente e vedrete che le cose peggioreranno, del resto ve l’hanno spiegato da bambini che le cose da sole non si risolvono e nel caso vostro si divertono a complicarsi da sole. Succede.

Vergine

La settimana vi trova esattamente come vi ha lasciato quella appena passata; siete cupi e inavvicinabili, il mondo vi odia e voi odiate il mondo, la buona notizia è che non tenterà di avvicinarvi nessuno.

Bilancia

Siete pronti ad affrontare una nuova sfida? E siete pronti a vincerla? E invece non vincerete un bel niente, non affronterete proprio nulla, calma piatta, noia sicura. La vostra vita è così.

Scorpione

L’universo continua ad allinearsi e a tendere a quell’equilibrio di cui vi abbiamo parlato la scorsa settimana, quindi se le cose vi vanno male e se non vi piace la vostra vita e se non siete in grado di migliorarla, prendetevela con le leggi che regolano l’Universo.

Sagittario.

Non la scorsa settimana ci abbiamo provato a tenervi lontano da guai, consigliandovi di non uscire dal vostro guscio e di rimanere fermi il più possibile, ecco vorremmo dirvi che le cose miglioreranno, vorremmo tanto e però non possiamo.

Aquario

Ci siamo, sta per cominciare la fase definitiva dell’anno, quella in cui si capirà come si metteranno le cose che tra dieci anni vi farà dire: però è stato proprio un bell’anno. E no, non lo direte, ma tra dieci anni è possibile che questo anno lo dimenticherete.

Pesci

Arrendetevi: siete circondati; San Valentino è andato come sapete, il vostro compleanno non se lo ricorda nessuno, la vostra vita scivola verso l’inedia e l’inutilità, a voi non resta che seguire la corrente. Come sempre.

IL Grande Freddo e la stepchild adoption

Mentre cerco di schivare il noiosissimo dibatto sulla stepchild adoption, anche quello (coltissimo, importantissimo, per carità)  delle femministe che chiedono la moratoria internazionale sull’utero in affitto) mi è venuto in mente che quando ero ero piccola e poi crescendo attraverso le storie che mi venivano raccontate, ho spesso sentito di madri che “regalavano” i figli, alcune lo facevano per soldi, altre ancora abbandonavano il proprio figlio a sorelle, parenti più abbienti che non avevano figli perché li accudissero. Credo con dolore enorme delle madri e dei figli , storie tristissime, ma frequenti e che non indignavano nessuno. Certo si dovrebbe progredire ed evitare che chi non possa accudire i figli li regali o li venda, certo, lo capisco. Ma se in vendita è  solo la capacità di procreare può una legge vietarlo? Mi viene in mente anche il film Il Grande Freddo, in cui l’amica sposata presta il marito consenziente all’amica single ma desiderosa di avere un figlio…  Io avrei voluto averla un’amica così e non escludo di averla avuta o di  esserlo stata per qualcuna, una  amica a cui poter chiedere tutto, poi a me non è successo che mi siano state chieste cose così, ma questa è un’altra storia. Mi si dirà che non è la stessa cosa, un conto è prestare il proprio marito per un rapporto sessuale (ma resterà il padre del figlio dell’amica), un altro è portare per 9 mesi una creatura in pancia. E poi quello è un film. Non lo so , ma credo che ci siano cose che alcuni si sentono di fare e altri no, molto semplicemente. Ci sono, credo, questioni così personali e intime per cui una legge  può solo metterci una pezza. Tutta questa isteria quando si tratta di persone adulte e consenzienti (perché anche chi è in condizioni economiche disagiate è consenziente) io non la comprendo.

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dall’8 al 15 febbraio 2016

Ariete

Avete ragione, avreste bisogno di una tregua da questo cataclisma perenne, questa giostra di confusione senza gioia, da questo disastro senza soluzione che è diventata la vostra vita, avete ragione, ma non possiamo farci niente.

Toro

Anche se credete già di essere concentrati sulla soluzione dei vostri problemi più scottanti, cercate di rimanere concentrati sul serio e non distraetevi neppure per un secondo, perché una volta risolti i problemi scottanti, sarete travolti dai problemi impellenti.

Gemelli

Anche i giorni della merla siete stati al calduccio, come tutti del resto, non è che siate particolarmente fortunati, ci sono state temperature primaverili in tutto il paese, solo che poi è arrivato il freddo e anche se non lo sentite ancora, ricordate che la vostra caldaia è sempre a rischio. Copritevi.

Cancro

Siete in una fase della vostra vita in cui vi sembra che tutto vada peggio di come dovrebbe, avete provato in tutti i modi a raddrizzare le cose, vi siete detti pure che forse è solo un’impressione e che le cose vanno meglio di come sembrano, ma no, tranquilli,  vanno male davvero.

Leone

Questa settimana potete provare ad affidarvi al vostro buonsenso per cercare di risolvere le solite incombenze che rischiano di diventare problemi piuttosto seri e però voi non avete buonsenso, peccato.

Vergine

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto, è più o meno questo che pensano i vostri amici e parenti che aspettano invano un vostro cenno, in realtà loro non ci pensano proprio a venire da voi, preferiscono pensare che la montagna si sposti o in alternativa, non vedervi più.

Bilancia

Credete proprio che non ci sia nulla da fare per riavere il vostro consueto buonumore? Credete davvero che nulla vi farà tornare il sorriso? Davvero? Strano a noi risulta che non siete mai stati granché simpatici, sorridenti e di buonumore e che non dovete riavere nulla.

Scorpione

Anche questa settimana le cose se metteranno come non ve lo aspettate, perché anche questa settimana tutto tenderà all’equilibrio e nell’equilibrio globale, è giusto che voi un po’ soffriate.

Sagittario.

Mettetevi comodi, anzi se potete restate proprio sdraiati e al caldo, nulla di buono vi aspetta se lascerete quella cuccia calda e sicura che è il vostro letto nella vostra stanzuccia, noi ve lo abbiamo detto.

Aquario

Voi vi credete “i meglio” dell’oroscopo, lo sappiamo, l’acquario è artista, l’aquario è creativo, l’aquario è un bel segno, ma che possono dire quelli che davvero vi conoscono? Che gli oroscopi mentono, naturalmente.

Pesci

Nell’inverno del vostro scontento, voi, lo sappiamo, ci state benissimo, il riscaldamento globale vi ha tolto anche la possibilità di lamentarvi del freddo, a parte questo, continuate a lamentarvi come sempre, per fortuna questa settimana avrete buoni motivi per farlo. Contenti?

Meditazione e frittelle

Da circa un anno, medito. Nel senso che la meditazione è diventata parte integrante della mia giornata e del mio programma “vita nova”, lo chiamo così perché ricorda Dante e non sembra quel che è; una strategia di sopravvivenza. Comunque meditare non è una cosa che viene naturale diciamo, per cui chi lo fa, a meno che non sia nato in un ashram, non è la reincarnazione del Dalai Lama, non si trova a vivere  una vita ascetica perché è un santo, lo fa per ragioni diverse ma che hanno a che fare con la sopravvivenza. Per cercare di raggiungere quello stato di benessere che si raggiunge quando il cervello è sintonizzato sulle onde teta, una cosa del genere, potrei spiegarla meglio, se l’avessi capito. In ogni caso, onde teta o no, anche se medito da un anno, lo faccio seriamente e con costanza, posso dire in tutta onestà che il bello deve ancora arrivare, spero, per il momento lo faccio e basta, sto lì, osservo le cose senza giudicarle, oppure mi faccio guidare da un cd e osservo le cose senza giudicarle e respiro. Detta così sembra una cosa noiosa, è una cosa noiosa, chi lo fa lo sa, ma i risultati arrivano, la mente si calma e si incomincia a percepire con più chiarezza e comunque è un esercizio che non si abbandona mai,  se no non vale e non funziona. Comunque io, dopo un anno, devo ammettere in tutta onestà che l’unico effettio della meditazione nella mia vita è stata una espansione della memoria, magari un’espansione inutile, ma una espansione. Ricordo cose che avevo dimenticato, mi accade nei momenti più impensabili, come se si aprisse una porticina del mio cervello e trovassi la strada che mi porta nel bagno dell’asilo, nel tragitto tra il frigo e il letto della casa in cui vivevo 20 anni fa o anche 30 anni fa,  nulla di clamoroso tranne il fatto che ricordo con dovizia di particolari, come se fossi lì, ricordo ogni sensazione, perfino il freddo se avevo freddo, il caldo se avevo caldo, l’odore di quel momento, l’aria fresca nelle narici se nel ricordo sono all’esterno. Naturalmente io mi aspetto molto di più dalla meditazione, ad esempio numeri per vincere la lotteria, esperienze mistiche in cui la Madonna mi svela verità ultime, ma per il momento devo accontentarmi dell’odore del sapone dell’asilo di Torre Canne e pure di quello delle frittelle di carnevale, che faceva la bidella, Nenetta. Ecco, ricordo che Nenetta mi voleva bene, non ricordo che la maestra mi volesse bene, ma lei sì, e che le sue frittelle erano super.