L’Oroscopo di Gallinaccia In Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato), settimana dall’1 all’8 febbraio 2016

Ariete

Anche l’inverno non soddisfa le vostre attese, non fa freddo, non nevica, non succede nulla di quello che vi aspettereste e vi farebbe felice, e sì, per una volta ci tocca darvi ragione, la vostra vita fa schifo.

Toro

Neppure questa settimana vi troverà in forma smagliante e trepidante e di buone nuove, no davvero, questa settimana vi sorprenderà come sempre mentre siete di cattivo umore mentre i pochi rimasti intorno a voi, stanno cercando di capire come fare a squagliarsela.

Gemelli

I giorni della merla vi sorprenderanno mentre state imprecando contro il riscaldamento globale, state attenti, potreste esseri gli unici che hanno il riscaldamento autonomo fuori servizio e soffrire sul serio.

Cancro

Non importa se non siete attrezzati per le sventure, nessuno lo è, in compenso voi più degli altri le attirate, per cui anche questa settimana sarà una normale e qualunque settimana che sarebbe stato meglio non fosse mai arrivata, che volete farci?

Leone

Un leone amico (amica per la verità) mi ha chiesto una dispensa speciale per il suo segno quindi cercherò di non dirvi che non dovete aspettarvi soddisfazioni da questa settimana, tanto per cambiare.

Vergine

Siamo alle solite, nulla va come dovrebbe e se per caso ci fosse qualcosa da fare per migliorarle, finirete per rovinare tutto, è più forte di voi, non siete persone in grado di vivere felici.

Bilancia

Avete avuto la settimana che aspettavate, noiosa, triste e un tantino sfortunanata, credete che sia ora di cambiare registro? E no, ci spiace, dovrete soffrire anche questa settimana, non proprio poco, il giusto ecco.

Scorpione

Eravamo d’accordo che il vostro silenzio non avrebbe danneggiato nessuno, avevamo stabilito che meno vi palesavate meglio sarebbe stato per tutti, e allora perché insistete a mettervi al centro dell’attenzione? Nessuno si interesserà a voi, e ci mancherebbe pure.

Sagittario

Siete ancora a caccia dell’occasione giusta? Pensate sempre che sia giunta l’ora della felicità anche per voi? Ma davvero nutrite speranze così forti e coltivate desideri così fugaci? E chi avrà il coraggio di dirvi che neppure questa è la settimana giusta? Noi.

Aquario

Gennaio è finito, quindi abbandonerete la storia della tristezza dell’acquario in gennaio per cominciare la storia della tristezza dell’acquario in febbraio, ovviamente.

Pesci

Cercheremo di non illudervi; siete abituati alla mestizia, siete abituati alla solitudine, siete abituati all’amarezza, chi siamo noi per convincervi che meritate di meglio?

Se lo Yoga ti cambia la vita

Chi insite resiste,  si dice, oppure chi disprezza compra, sono luoghi comuni dal significato vagamente oscuro che mi vengono in mente quando penso a me e allo yoga. Per anni ho pensato che lo yoga fosse praticato da gente triste in cerca di salvezza, il genere di persone che si incontrano da Naturasì, per intenderci. Gente che non frequenta parrucchieri, fricchettoni, donne abbandonate, persone annoiate o ossessionate dalla salute. Poi sono diventata una di quella persone che si incontrano da Naturasì, ahimé, a quel punto non avevo più nulla da perdere, sapevo che anche per me si apriva la strada della ricerca tra mente e corpo, Mi sono arresa e ho cominciato a frequentare con un certo scetticismo un corso di Hot yoga, che è uno Yoga dinamico praticato a 35-40 gradi. Ci sono capitata in un momento in cui ero debilitata; la prima lezione è stata agghiacciante anche se l’aggettivo è il meno adatto, rende. Per tutta la durata della pratica ho temuto di cadere, di non farcela, di svenire, ma non so come, sono arrivata alla fine. Quella lezione credo mi abbia cambiato la vita (non ci posso credere che sto scrivendo una cosa simile), sono uscita svuotata e con la consapevolezza che potevo farcela, rialzarmi e tornare a essere forte. Da quel momento è come se non mi fossi fermata più, come quando incontri qualcuno che, tu lo sai, era tutta la vita che lo aspettavi. Ecco, io posso dire che era tutta la vita che aspettavo lo yoga, mi fa sentire forte, mi ha liberata dai dolori (o dalla paura di averli, non ha importanza), oltre a fare hot yoga,  seguo il corso di Vinyasa flow (sempre di yoga dinamico si tratta) e so che non abbandonerò mai più questa pratica, che per me è disciplina, preghiera e conforto. Sto parlando proprio come una di quelle esaltate che cercavo di evitare, va bene, non importa. Comunque è successo che uno dei corsi di hot yoga è stato sospeso perché c’è poca gente disposta a fare yoga sudando più del necessario, a quanto pare. Invece sudare aiuta a eliminare tossine, ma capisco che non tutti possano essere motivati come me. Quindi dalla prossima settimana, cambiano gli orari e avrò solo una lezione di hot yoga, continuerò con le lezioni di Vinyasa Flow, ma sono un po’ triste. Devo tanto all’Hot Yoga.

La verità, vi prego, sul cibo

Mi sono imbattuta in questo pezzo e quindi sull’intervista alla Dottoressa De Petris che non conoscevo, ma leggo che lavora presso l’Isituto Antroposofico di Milano (mai sentito nominare, ma va bene, c’è sempre tempo per imparare, a proposito l’antroposofia è sempre quella di Steiner? E’ cambiata, boh?) comunque la dottoressa sembra avere le idee chiarissime sull’alimentazione, beata lei. La carne fa male tutta, quindi non è vero che le proteine di carne di pesce sono da preferire, ad esempio. Oltre alla carne fanno malissimo tutte le altre proteine di origine animale, ora, è vero che i vegani sono insopportabili (ma anche le diete vegane lo sono, provare per credere) a me piacerebbe avere da qualcuno che non ha pregiudizi e che non voglia terrorizzarmi, buone informazioni;  ad esempio la dottoressa dice che per curare l’osteoporosi i medici consigliano latte, uova, formaggi. Vero, invece fanno malissimo: vero. Aggiunge però che gli oncologi non propongono ai pazienti di cambiare alimentazione e che lo fanno perché l’obiettivo è peggiorarne le condizioni perché conviene alla sanità cronicizzare la malattia, vero e sbagliato secondo il mio trascurabile parere. E’ vero che gli oncologi non danno riferimenti in merito alla dieta ( non tutti però, ad esempio allo IEO lo fanno e lo stesso Veronesi si è speso per incoraggiare la dieta vegetariana, non vegana), ma io non credo alla malafede deliberata, non ce la faccio proprio, ecco dire che gli oncologi lo fanno per impedire la guarigione lo trovo semplicemente ridicolo; credo che molti oncologi o almeno la maggior parte di loro non abbiano informazioni sufficienti o ignorano i benefici eventuali di una dieta. Un’altra cosa che secondo il mio, sempre trascurabile, parere bisogna cominciare a considerare è che non si può continuare a ritenere marginale la dieta per la salute,  invece la maggior parte dei medici lo fa. Ora, a parte il fatto che leggo che per incontrare la Dottoressa succitata occorrono almeno cinque mesi, mi chiedo, chi non può accedere a queste informazioni e scegliere, cosa dovrebbe fare, incrociare le dita? Sarebbe ora di smettere di andare gli uni contro gli altri dottoressa, se come dice lei, siamo Uno, non sono Uno anche la medicina “tradizionale” e quella antroposofica? Tutto deve sempre ridursi a tifo calcistico? E che ci dice della dieta sui gruppi sanguigni, anche il glutine farebbe malissimo, andrebbe eliminato con la carne e i formaggi, perché ci sono miriadi di diete salutiste e migliaia di persone disposte a giurare di avere, come lei,  la verità in tasca. Un’altra cosa che attribuisce alla medicina “ufficiale”, dottoressa, è spalleggiare l’industria, ma perché,  ci vuole forse dire che dietro la quantità di articoli sui benefici della curcuma o delle melegrane oppure dello zenzero non c’è dietro il marketing? Ma davvero? E dietro la moda degli estrattori, sicura che non c’è dietro l’industria “cattiva”?

 

L’Oroscopo di Gallinaccia In Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato). Settimana dal 25 gennaio all’1 febbraio 2016

Ariete

Nell’inverno del vostro scontento, si affacceranno climi ancora più estremi, fuori sarà un mondo freddo e ostile e dentro i vostri panni si batteranno i denti, non vi chiediamo di imparare a soffrire, sappiamo che sapete farlo, vi chiediamo di non aspettare miglioramenti dalle stelle, imparate a piuttosto a usare il termostato, sciocchini.

Toro

Siete pronti per un’ altra settimana ricca di soddisfazioni che avreste potuto avere e che invece non avrete? Bene, ne siamo lieti, sono tutti abbastanza stufi di ascoltare la vostra lista delle mirabili cose che potreste essere e che però, com’è e come non è, fatevene una ragione, non siete e non sarete.

Gemelli

Avete visto come è bella la luna in queste notti? Dalle mie parti quando qualcosa è davvero bella, si dice che è bella come la luna di gennaio. Cercate di passare le notti a scrutarla, se ci sono nuvole, aspettate che faccia capolino, l’obiettivo è passare la notte insonne, così durante il giorno potrete dormire per risparmiarvi guai. Fate passare così la settimana.

Cancro

Siete un po’ tristi perché le cose non vanno come vorreste, siete abbattuti dalla quantità di responsabilità a cui non sapete come far fronte, inutile dirvi che lo capiamo benissimo, quello che voi continuate a non capire è che siete sempre tristi e abbattuti, e anche noiosi, quindi arrangiatevi.

Leone

La settimana comincerà come di consueto con le contrarietà che vi aspettate e proseguirà con le contrarietà che vi guadagnerete, in definitiva sarà un settimana di contrarietà ma è bene informarvi che secondo le stelle, quelle saranno le contrarietà adeguate e giuste per voi.

Vergine

Provate ad inaugurare questa settimana con qualcosa che non vi rappresenta, ad esempio provate a non dare fastidio, a non forzare la mano a non stressare i vostri  parenti e conoscenti, forse la vostra settimana non sarà migliore, ma lo sarà per tutti gli altri e di voi infondo non ce ne importa niente.

Bilancia

Ora almeno sapete da dove cominciare, sapete che non dovete lamentarvi, che non dovete recriminare e che dovete pedalare, certo questo non aiuterà a migliorare l’umore e la settimana, ma in fondo a voi piace un sacco stare in mezzo ai guai, sorridete.

Scorpione

Provate per una volta a non farvi sentire, a tacere e a non farvi vedere, provate a fare come se non ci foste, provate pure a trovare apprezzabili il vostro silenzio e le parole degli altri, ma a pensarci bene, basta che non vi facciate vedere, l’universo vi sarà grato e l’umanità farà un passo avanti, non mancherete a nessuno.

Sagittario

State aspettando l’occasione giusta, quella che vi tirerà fuori dalla vostra inutile esistenza per regalarvene un’altra più interessante e frizzante e affascinante, aspettate pure, tanto non succederà nulla di piacevole questa settimana, provate ad aspettare la prossima.

Aquario

Inutile cercare di dimenticare, l’amarezza di questi giorni ve la porterete addosso durante questa settimana e per quanto cerchiate di scrollarvela di dosso, lei resterà lì, la chiamano l’amarezza dell’Aquario in gennaio, imparate a conviverci.

Pesci

Dulcis in fundo non vale per l’oroscopo, cari Pesci vi hanno messi alla fine perché l’ultimo posto è quello che vi riserva il destino, purtroppo a consolarvi non ci sono neppure le previsioni, avete tutto contro, pure gli astri, la vostra grigia vita è l’unica che avrete perché è l’unica che meritate.

Santorini e la mia idea di felicità a gennaio

Arrivando a Santorini da Andros, subito dopo aver lasciato il porto, raggiungemmo  il nostro albergo sulla spiaggia di Perissa. Di Santorini sapevo due cose, che era l’isola più cara della Grecia e che era bella, ma per me la spiaggia vulcanica e fondale vulcanico, volevano dire spiaggia e mare grigi. L’impatto fu un po’ deludente. L’albergo per fortuna era bello, con una piscina e un ponticello pieno di Buganvillea fucsia, lo lasciammo per cominciare l’esplorazione sulla spiaggia che ci portò in uno dei tanti ristorantini senza cuore, carini e curati, più curati della media dei ristoranti delle isole greche, ma senza atmosfera.Tutto troppo grigio per la mia idea di mare e di spiaggia. Avevo letto sulla guida che c’era anche anche una spiaggia rossa, sperai che fosse meglio.

Subito dopo il pranzo ci avventurammo alla ricerca di qualcosa che non sapevamo neppure noi cosa dovesse essere, ma speravamo ci fosse, perché, ci avevano detto, Santorini è bellissima.

Ci dirigemmo con l’auto a Oia (o forse Eia o addirittura Ia,  ancora non l’ho capito perché ha tanti nomi) e subito ci fu chiaro che dovevamo lasciare l’auto per inerpicarci su una salita sotto il sole di agosto alle 3 del pomeriggio. Immaginate un luogo deserto, una stradina che si arrampica nel bianco accecante e ai lati gli spiragli di azzurro del mare, la passeggiata per quanto faticosa cominciò a rivelarsi mistica, come se ci fossimo solo noi tre, continuavamo a salire senza dirci una sola parola, passo dopo passo, straniti da tutta quella bellezza, il silenzio, le strade piccine, le scale, il cielo e il mare che si confondevano. Sembrava una cartolina. Era una cartolina, passo dopo passo che rendemmo conto che tutte le foto che rappresentano la Grecia, sono foto di Santorini, di Oia per lo più; quando devo ricordare un giorno perfetto penso a quella giornata. Continuavamo a camminare sbalorditi, va bene la bellezza, ma era qualcosa di più e non so dire cosa, forse il fatto che fosse deserta per via del gran caldo, forse l’aria persa nel tempo per la mancanza di strade carrozzabili, forse il sole che ci intontì, ma sempre senza parlarci ci perdemmo in tutte le strade in cui potemmo perderci, salimmo tutti i gradini che potemmo salire e alla fine, erano quasi le 7 di sera, il bianco e l’azzurro erano diventati rosa e indaco, ci accorgemmo che era agosto, perché spuntarono a grappoli turisti da ogni angolo per finire con noi a guardare il tramonto, improvvisamente, come se ci fossimo dati un appuntamento. Ci fermammo al bar del Mulino, lo stesso che si intravede in Tomb Raider con Angelina Jolie. Noi ci capitammo per caso, nell’ora migliore per godere dello spettacolo del tramonto e di una vista straziante dalla terrazza. Non so perché, forse tutto è legato al caldo e alla sensazione di stordimento o forse tutto era davvero intensamente bello, ma se devo pensare alla bellezza, io penso a Santorini. Ci sono altre terrazze sull’isola, anche Thira (da cui prende il nome Santorini), molto vicina a Oia è bella, ma nulla di paragonabile a Oia in quel giorno di caldo in cui non c’era nessuno, fino a quando non uscirono tutti ad vedere il tramonto e noi con tutti.

 

10 cose sulla felicità che ho capito tardi

  1. Essere felici non è un regalo del destino, ma una conquista che costa tempo e fatica
  2. l’unica possibilità che abbiamo per mantenere stabile la felicità è individuare cosa ci piace e allargare il più possibile quell’esperienza. Ti piace nuotare? Nuota. Ti piace camminare sulla spiaggia? Cammina.  Ti piace prendere il tè con  gli amici? Organizza degli incontri per prendere il tè. Puoi fare tutto quello che ti piace. Non puoi? Allora cerca un’alternativa, se rinunci è perché non hai voglia di essere felice, ti rende più felice lamentarti.
  3.  Non conta quanto sei bello e quanto sei intelligente e neppure quanto talento hai, per essere felici basta essere curiosi, avere voglia di godere della bellezza e dell’intelligenza e del talento degli altri, ad esempio.
  4. I soldi non fanno la felicità, ci hanno detto; è una sciocchezza, ci sono persone la cui ricchezza le rende felici, non c’è una felicità più giusta di un’altra, se la godano se hanno la fortuna di saperlo fare.
  5. Non c’è bisogno di essere giovani per essere felici, anzi i ventenni sono abilissimi a rendersi immeritevoli della felicità che potrebbero avere.
  6. Non conta quanto ottieni, ma quanto ti basta, in genere non basta mai, è questo che ci rende infelici.
  7. Quando c’è l’amore c’è tutto. Sbagliato, come diceva Massimo Troisi: “quella è la salute”,  anche la malattia ha la sua lezione di felicità, ma non auguriamo a nessuno di impararla.
  8. I progetti rendono felici, voglio imparare quello, vorrei conoscere questo, il cantiere dei progetti bisogna mantenerlo aperto, non importa se si hanno pochi mezzi, è un progetto anche preparare la zuppa di verdure per la cena (ma le patate fritte sono meglio)
  9. Smettere di interferire con la volontà degli altri, amici, amanti, fidanzati, mogli, mariti e figli. Se possiamo decidere noi per noi stessi, possono farlo anche gli altri.
  10. La felicità a volte si nasconde, fare una lista delle 10 cose che ci rendono felici e ricominciare.

L’Oroscopo di Gallinaccia in Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato). Settimana dal 18 al 25 gennaio 2016

Ariete

Per quanto strano possa sembrarvi, dobbiamo proprio dirvi che sta per cominciare la settimana nota per essere la più triste dell’anno, quella in cui l’umanità di questa porzione di mondo, raggiunge statisticamente il picco della tristezza, questo naturalmente voi lo sapete già, solo che pensavate fosse quella appena passata. 

Toro

Se non avete fatto tutto ciò che vi eravate ripromessi di fare nella settimana appena trascorsa, siete ancora in tempo, nessuno si è accorto della vostra assenza, nessuno ha capito che non eravate concentrati, a nessuno sfugge che il fatto che ci siate o no, la vostra presenza o la vostra assenza, non cambiano proprio nulla

Gemelli

Se riuscite a portare avanti nessuno dei buoni propositi per i quali avete giurato e spergiurato di inaugurare il nuovo anno, datevi pace, non ce la farete neppure questo anno e poi nessuno si aspetta miracoli da voi, nessuno si aspetta alcunché da voi.

Cancro

La vostra ingiustificata nomea di anime belle, sta finalmente per essere spazzata dalla realtà dei fatti e pertanto, quando alla sera davanti al desco vi accorgerete di essere soli e tristi, non cercate conforto, nessuno vi vuole.

Leone

State ancora gongolando per le promesse che vi hanno fatto gli astrologi di grido? Bene, siamo lieti per voi, ben presto vi accorgerete che solo le illusioni possono mantenere alto il vostro umore, quindi approfittatene e credeteci finché potete.

Vergine

Alla fine della settima trascorsa, avete capito che nessuna primavera si accenderà nel mezzo dell’inverno per voi, soffrirete quel tanto che basta per farvi sentire infelici e contenti, perché a noi non la fate, soffrire vi piace, quindi divertitevi e lasciateci fuori.

Bilancia

State ancora raccogliendo le macerie dei disastri appena combinati e subito dovete impegnarmi come non mai a risolvere i grandi drammi della vostra esistenza, così ve la raccontate, in realtà state benissimo è solo che non siete capaci di un pensiero lucido.

Scorpione

Provate a chiedere a chi vi vuole bene quali sono le ragioni per cui vi considerano persone amabili e piacevoli, avete la sensazione che nessuno sia in grado di rispondere? Non è timidezza, neppure imbarazzo è proprio mancanza di buone e vere ragioni.

Sagittario

Non c’è nulla di male se non riuscite a concepire azioni genuinamente empatiche, nessuno si aspetta da voi generosità e gentilezza, nessuno si aspetta niente da voi, nessuno a dire il vero, vi aspetta in generale.

Capricorno

Se cercate una buona ragione per tiravi indietro e non partecipare alla gara del fascino nella quale solitamente vi sentite imbattibili, ve la forniamo noi, il vostro fascino è sbiadito da tempo, come il vostro carisma del resto e anche la pelle non è proprio tonica.

Aquario

A quest’ora vi sarete resi conto che l’anno appena arrivato non ha mantenuto ancora nessuna buona promessa, se la vostra sensazione è che le cose possono peggiorare, sappiate che dovete sempre contare sul vostro intuito, non fatevi abbindolare dalla speranza. 

Pesci

Siete rimasti soli e non lo meritate, siete tristi e non lo meritate, siete incompresi e non lo meritate, siete belle persone e non se ne accorge mai nessuno, ma davvero credete che sia il mondo a non meritarvi, non sarete voi, per caso, quelli sbagliati? E’ arrivato il tempo di aprire gli occhi.

Il giorno in cui Baccini fu riconosciuto da Bowie

Lo so, non c’è bisogno che dica la mia su David Bowie, o peggio ancora che faccia più o meno come hanno fatto tutti, fingere di parlare di David Bowie per parlare di sé, infatti io parlerò di Baccini, che già è passato alla storia per essere quello la cui carriera è stata distrutta in tv da Dolcenera (dico Dolcenera) ma si vede che non gli bastava, Baccini ha raccontato di un incontro tra lui e David Bowie, in cui Bowie riconosceva Baccini (sì proprio così),  perché sai ti ho visto in tv, gli dice Bowie(e sicuramente si riferiva a quella volta in cui Dolcenera gli ha distrutto la carriera in diretta tv) perché sai Baccini, io vengo spesso in Italia e ho una casa a Venezia, quindi ho imparato guardando la tv che sei un cantante (anche se Dolcenera ti ha distrutto la carriera in quel programma) e poi sai Baccini, a Venezia com’è come non è, ma nessuno mi ha mai riconosciuto.  Perché in effetti Bowie in Italia sarebbe passato inosservato, vero Baccini? E sì che veniva solo per guardare la tv e vedere il programma in cui Dolcenera ti distruggeva la carriera. Sì Baccini noi ti crediamo, tutti. Abbiamo pure appreso  la notizia che hai lasciato i social dopo quel post per cui (ma chissà come mai…) sei stato sommerso di improperi. Ma si vede che a te Baccini non basta mai, hai giurato che d’ora in poi farai gestire il tuo profilo all’ufficio stampa, come gli altri colleghi. Ma magari gli altri colleghi ce l’hanno un ufficio stampa, Baccini…

Il consultante (post vagamente dark)

Nelle ultime pagine de La Via dei Tarocchi,  Alejandro Jodorowsky con noncuranza dice un paio di cosette che ha tralasciato di dire per appena le 550 pagine precedenti. Che non si può predire il futuro (ma un sospetto ce l’avevo) e che le carte non mentono; così capisco che è il paradosso che tiene insieme tutto, aggiunge che ciò che più amiamo è ciò in cui crediamo; è molto suggestiva come affermazione ma non riesco ancora a centrarla del tutto, non sono sicura di credere esattamente in ciò che più amo, ma potrebbe essere una buona indicazione, un suggerimento, aggiunge poi che il tarologo non deve fare promesse e che il nostro consultante, quello di ciascuno di noi, è la morte.

Ci penso spesso in questo giorni a quelle parole, ci penso come tutti alla morte, credo,  cerco di capire cosa voglia dire esattamente che il nostro consultante è la morte.

Che  il vero arcano è la vita e che solo la morte lo scioglierà? Chi ci lascia, come  ieri  David Bowie,  ha sciolto l’arcano della vita nella morte e ora sa dove era diretto o forse no, perché può accadere che l’arcano si sciolga nel nulla e perdiamo anche la consapevolezza di essere nel nulla e così sia.

Il nostro consultante è la morte. Ogni giorno ci chiede conto della direzione, ci tiene tonici e allerta.

E’ affascinante,  come se la nostra vita fosse una combinazione di arcani e a chiederci cosa vogliano dire, cosa sono e rappresentano,  fosse proprio ciò da cui sfuggiamo e che inesorabilmente e pazientemente (si spera) ci attende.

Il nostro consultante è la morte perché solo quando potremo sciogliere l’arcano dell’essere in vita, la morte non sarà più l’arcano. Ma non lo è neppure quando siamo vivi in effetti, ha ragione Jodorosky, la morte è il nostro consultante.

L’oroscopo di Gallinaccia In Fuga, l’unico oroscopo garantito (e il più imitato) settimana dall’11 al 18 gennaio 2016

Ariete

Anche se vi sembra di aspettare da un secolo per realizzare quel sogno, nessuno vi ha promesso che non aspetterete un altro secolo e poi un altro ancora;  non fate progetti in questa settimana, tanto non li realizzerete. 

Toro

Ricordatevi che la fortuna aiuta gli audaci ma voi non siete audaci e neppure sforzandovi sarete fortunati, in questa settimana anche meno del solito. Restate immobili, è il modo migliore per non danneggiarvi.

Gemelli

Non avete voglia di cominciare quella dieta, anche se vi hanno garantito che si tratta di una dieta miracolosa, fate bene, lasciate perdere, siete grassi in modo irrimediabile. E poi siete anche brutti.

Cancro

Il vostro restyling per le feste a quanto pare non ha funzionato; smettetela di buttare soldi, non piacerete a nessuno neppure se per finanziarvi impegnerete il servizio buono della nonna. Ah già, la nonna siete voi.

Leone

Specchio, specchio delle mie brame chi è la più bella del reame? Ancora con questo giochetto? Non avevate detto che lo specchio è in frantumi? Eh sì, la ragione è proprio quella che temete: rottura da spavento. Lasciate in pace gli specchi.

Vergine

La vita vi appare un lungo fiume noioso e anche un po’ putrido? E che cosa dovrebbe dire il fiume di voi, allora? Smettete di soffermarvi sull’inutilità della vita in generale, concentratevi sull’inutilità della vostra.

Bilancia

Non c’è molto da aggiungere al disastro che si sta compiendo sotto i vostri occhi, non è un’illusione ottica, non è un falso movimento, quel cataclisma che vi fa ciao con la manina, dall’altra parte del vetro, siete proprio voi.

Scorpione

Una volta a salvare gli scorpioni dagli oroscopi c’erano i sottintesi sulla loro indiscussa sensualità, beh io dico che per voi è arrivato il momento di discutere pure quella, essendo nel frattempo evaporata.

Sagittario

Se vi state chiedendo come mai i vostri followers sono in caduta libera e perché non riuscite a trovare neppure un disgraziato disposto a condividere con voi un caffè, allora siete sulla buona strada, accettare la propria condizione è quasi la soluzione.

Capricorno

Non importa cosa state cercando, ciò che conta è che non lo troverete neppure questa settimana e poi forse ciò che cercate si sta solo nascondendo, inutile insistere, non metterete mai le mani sui vostri sogni.

Aquario

Potete togliere dalla vostra bocca quel sorriso speranzoso, per favore? Non c’è ragione di sperare, questa settimana non c’è nessuno da amare, da proteggere e da coccolare e neppure nessuno intenzionato ad amare voi.

Pesci

Approfittate di questo lungo silenzio tra voi e quelli che amate, respirate profondamente e accettate la realtà, tutto tace perché se ne sono andati tutti, siete soli in un mare di solitudine infinita e irrimediabile.